STUDIO SPERINI
Consulenza Lavori Pubblici

news

Giovedě 12 ottobre 2006
da Edilizia e Territorio n° 41 anno XI

Consiglio di Stato - Sezione VI • Decisione 12 ottobre 2006, n. 6089 - cause di esclusione

Appalli di lavori pubblici – Cause di esclusione – Dichiarazioni previste dall'articolo 75, Dpr 554/1993 – Dichiarazione relativa pendenza procedimento di irrogazione misura di prevenzione di sorveglianza speciale – Richiesta a pena d'esclusione. (Articolo 75, Dpr 554/1999)

In un appalto di lavori pubblici deve essere esclusa l'impresa che in persona del rappresentante legale o del suo procuratore spedale non attesti, indicandole specificamente, di non trovarsi in alcuna delle condizioni previste dall'articolo 75, comma 1, Dpr 554/1999. La dichiarazione che nei confronti del rappresentante legale, del socio in caso di società e del direttore tecnico dell'ìmpresa non è pendente un procedimento per l'irrogazione di una misura1 di prevenzione di sorveglianza speciale di cui all'articolo 3, legge 1423/1956, non può essere sostituita dalla dichiarazione che i medesimi soggetti non sono sottoposti a una misura di prevenzione di sorveglianza spedale; poiché questa costituisce un'ulteriore e diversa causa ostativa alla partedpazione alla gara.

a cura di Flavio lacovone